Outlet Arte
9nov/12

ACQUERELLI: TUBETTI O GODET?

La prima scelta di fronte alla quale ci troviamo parlando di acquerelli è quella di deciderci tra godet o tubetti... o entrambi!

I godet, quei piccoli “rettangolini” colorati, sono particolarmente adatti per l’uso “en plein air” e per dipingere con colori tenui, chiari, ottimi per sfumare.
Vengono generalmente inseriti all’interno di apposite cassette per colori che hanno un’area predisposta come tavolozza per poterli mescolare.
Lo svantaggio dei godet è, oltre al fatto di essere in genere piccoli, che si possono facilmente sporcare con altri colori e non è sempre semplicissimo ripulirli.
Gli acquerelli in tubetto sono invece adatti per creare opere con colori più vivi e più “coprenti”. Questa tipologia di acquerello differisce dal godet poiché il pigmento risulterà sempre meno “diluito” e più presente. È altresì più semplice coprire grandi superfici, dato che si può premere la quantità di colore desiderata. In più non si presenta l'annoso problema dei godet, ovvero non rischiamo di “sporcare” il nostro colore.
I godet sono decisamente più pratici e trasportabili perciò, se volete dipingere in viaggio e all'aria aperta, la scelta dovrebbe ricadere su di essi.
Per il lavoro in studio, per colori decisi e intensi, consigliamo invece l'uso dei tubetti.
Ovviamente nessuno ci vieta di lavorare con entrambi! Trovare il nostro personale equilibrio è sempre la scelta migliore.
Buona pittura!

 

Commenti () Trackback (0)

Ancora nessun commento.


Leave a comment

(required)

Ancora nessun trackback.